Top

La prima cosa che dovete assolutamente sapere sulla Strada del Prosecco è che è stata la Prima Strada del Vino riconosciuta in Italia, nel 1966. Ma in realtà la tradizione vitivinicola tra le colline venete è molto più antica, tanto da risalire a prima dei Romani!

La Strada del Prosecco: viaggio spumeggiante tra borghi e bollicine

Strada del Prosecco

La Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene si snoda tra le colline trevigiane che partono da Vittorio Veneto e arrivano fino a Valdobbiadene, toccando a sud la cittadina di Conegliano.

Il percorso attuale, istituito nel 2003 sulle tracce dell’originale strada del vino proclamata nel 1966, ha una lunghezza totale di 90 km.

Strada del Prosecco

Grazie all’attenzione dei viticoltori nel preservare le caratteristiche tipiche del territorio, dal 2019 le Colline del Prosecco vantano anche il riconoscimento di 55° Patrimonio dell’Umanità UNESCO in Italia.

Niente male per essere la culla del vino italiano più esportato (e copiato) all’estero!

Prosecco Superiore DOCG

Incorniciato dalle Dolomiti, dalla Pianura Padana e dalla laguna di Venezia, il territorio che circonda la Strada del Prosecco è infatti conosciuto in tutto il mondo per la produzione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, ricavato dall’uva Glera (o Prosecco).

Uva Prosecco

Ma badate, non è l’unico vino della zona che merita attenzione. Oltre al Prosecco Superiore DOCG troviamo infatti:

  • il Colli di Conegliano DOCG (Bianco o Rosso), dalle uve più rinomate della zona di Conegliano;
  • il Verdiso IGT, prodotto da un vitigno autoctono secolare;
  • il Colli di Conegliano Torchiato di Fregona DOCG, prodotto da uve Glera, Verdiso e Boschera lasciate appassire fino a primavera e poi pigiate manualmente con un torchio;
  • il Colli di Conegliano Refrontolo Passito DOCG, da uve Marzemino di Refrontolo selezionate durante la vendemmia.

La Strada del Prosecco: un paesaggio unico al mondo

Sulla Strada del Prosecco incontrerete vigneti con un aspetto un po’ particolare se confrontato ad altre zone vinicole collinari presenti in Italia.

Qui, infatti, i filari sono disposti a raggiera e sembrano letteralmente abbracciare la collina, creando un ricamo intrecciato visibile dall’alto. Un paesaggio unico e spettacolare.

Colline del Prosecco

Zona del Cartizze

Ciò che ha contribuito enormemente al panorama odierno è stato il rapporto stretto tra uomo e viticoltura nel corso dei secoli.

Si parla, infatti, di vigneti “a mosaico” o “a scacchiera”, perché già in epoca medievale il sistema di terrazzamenti prevedeva l’alternarsi di appezzamenti coltivati e boschi, mantenuto ancora oggi.

Collina del Cartizze

Particolare dei vigneti della zona del Cartizze

Inoltre, a causa della ripidità dei pendii, tra le Colline del Prosecco si parla di viticoltura eroica, proprio perché pendenze così importanti (oltre il 30% ad altitudini di circa 500 m s.l.m.) richiedono un lavoro esclusivamente manuale e di estrema fatica.

Il vino che si ricava, però, è il dolce frutto di tanti sforzi e tanta passione!

Road Trip sulla Strada del Prosecco

On the road sulla Strada del Prosecco

Per godervi al meglio lo splendido panorama tra i vigneti e il saliscendi tra le colline, vi consigliamo un road trip in auto o in moto (le curve sono perfette!), ma anche il noleggio di bici (elettriche se non siete più che allenati!).

Per amanti delle passeggiate, la scelta giusta è il wine trekking in vigna con degustazione finale in una delle tante cantine della zona.

La vigna di Sarah

Cosa vedere sulla Strada del Prosecco

Nonostante sia un percorso enoturistico, c’è molto di più oltre alle cantine!

Strada del Prosecco mappa

Ecco cosa vedere sulla Strada del Prosecco:

  • Conegliano: una delle due “capitali del Prosecco”, sede dell’Istituto Enologico Cerletti, la più antica scuola del vino d’Italia e punto di partenza della storica Strada del Prosecco. Passeggiate per il centro storico e ammirate il Castello;
  • Percorrete i piccoli borghi di Collalbrigo e San Pietro di Feletto e in quest’ultimo, se interessati, fermatevi a visitare la Pieve romanica del XII secolo. Oppure semplicemente per ammirare il panorama!
  • Refrontolo: un altro piccolo paesino nel cuore delle Colline del Prosecco, dove si produce l’omonimo passito DOCG. Tappa d’obbligo al magnifico Molinetto della Croda, uno storico mulino, tuttora attivo, incastonato nella roccia – la “croda” in dialetto locale – e risalente al XVII secolo.

Refrontolo

Molinetto della Croda

Molinetto della Croda

  • Solighetto: qui si trova la Villa Brandolini d’Adda, una villa settecentesca sede del Consorzio del Prosecco Superiore DOCG;
  • Col San Martino: se avete tempo fermatevi in questo paesino e percorrete la passeggiata tra i vigneti che porta alla Chiesetta di San Vigilio, dove avrete un ottimo punto panoramico sulle colline circostanti;
  • Da qui in poi le colline si fanno più ripide, fino ad arrivare alla Collina del Cartizze, il cru del Prosecco Superiore DOCG. Si aprirà ai vostri occhi uno dei paesaggi collinari e vinicoli più belli d’Italia;
  • Valdobbiadene: la seconda “capitale del Prosecco”, sede produttiva e dunque ricca di cantine, dove si trova l’Associazione Strada del Prosecco. Visitate almeno la piazza principale del paese;
Valdobbiadene

Valdobbiadene

  • Nel percorso ad anello che riporta a Conegliano potreste fare una piccola deviazione per visitare la pittoresca Abbazia di Follina e Cison di Val Marino, uno dei Borghi più Belli d’Italia;
  • Se invece arrivate da Vittorio Veneto, non potete perdervi il quartiere storico di Serravalle con i suoi meravigliosi portici e Piazza Flaminio.
Serravalle Vittorio Veneto

Quartiere Serravalle a Vittorio Veneto.

Per completare il vostro tour tra le strade del vino in provincia di Treviso potete percorrere anche la Strada dei Vini del Montello e Colli Asolani dove si produce l’Asolo Prosecco Superiore DOCG (ma non solo!).

Dove mangiare sulla Strada del Prosecco

Percorrendo la sinuosa Strada del Prosecco incontrerete in ogni borgo osterie tipiche, agriturismi e ristoranti con vista panoramica, adatti a tutte le tasche e a tutti i gusti. Insomma, avrete l’imbarazzo della scelta!

In particolare, noi vi consigliamo:

Osteria senz'Oste

Le cantine sulla Strada del Prosecco

Considerando che Valdobbiadene è il centro produttivo del Prosecco Superiore DOCG, è proprio in questa zona che si concentra la maggior parte delle cantine della Strada del Prosecco.

Degustazione Prosecco Bortolomiol

Noi abbiamo scelto di visitare la cantina Bortolomiol, che si trova nel centro storico di Valdobbiadene; scriveremo presto un articolo dedicato per raccontarvi della nostra esperienza di degustazione.

Eventi da non perdere sulla Strada del Prosecco

Se avete in programma un tour da queste parti, tenete conto di questi eventi annuali da non perdere:

  • Primavera del Prosecco Superiore (da marzo a giugno);
  • Cantine Aperte (fine maggio);
  • Festa del Vino di Conegliano (in autunno);
  • Vendemmia e Weekend in Cantina (in autunno);
  • Centomiglia sulla Strada del Prosecco Superiore (in autunno), una manifestazione con auto d’epoca che percorrono la strada del vino;
  • Prosecco Cycling (in autunno), gara ciclistica aperta ad amatori e agonisti.

Per altri articoli dedicati al mondo del vino visitate la sezione Wine Lovers del blog oppure date un’occhiata agli altri luoghi da scoprire in Veneto!

Vorreste organizzare un weekend romantico e dormire in una botte di vino tra le Colline del Prosecco? Allora correte a leggere il nostro articolo dove vi raccontiamo di questa favolosa esperienza di coppia!

Dormire in botte in Veneto

A tutti coloro che sono grandi appassionati di Prosecco e vogliono scoprire proprio tutto sulle sue colline consigliamo di seguire il profilo di @ludoproseccohills la nostra local advisor di fiducia!

Se questo articolo vi è piaciuto, mettete un cuoricino e condividetelo!

Food explorers e bevitori incalliti, viaggiamo part-time per meravigliarci e per cercare gusti sempre nuovi che sappiano farci dire “Wow!”. Tra noi è stato “amore al primo morso”, perché la passione per il cibo ci unisce da sempre ed è anche il motore dei nostri #viaggicicciosi. Se anche tu sei un viaggiadegustatore, esplora il nostro blog alla ricerca di ispirazioni per i tuoi prossimi viaggi!